Salute Emotiva, cos’è e come migliorarla

Salute Emotiva, come migliorarla.

Riporto un bel articolo tradotto dalla Dott.ssa Laura Toscano, per il suo blog Psicologa Torino.


 

Le persone emotivamente sane riescono a controllar le loro emozioni e il loro comportamento. Esse sono in grado di gestire le sfide della vita, costruire relazioni forti e recuperare dalle battute d’arresto della vita. Ma proprio come richiede uno sforzo la costruzione e il mantenimento della salute fisica, così lo richiede la salute mentale ed emotiva.

Migliorare la salute emotiva può essere un’esperienza gratificante, a vantaggio di tutti gli aspetti della vita, tra cui il miglioramento dello stato d’animo, la costruzione di resilienza e il godimento della vita.

 

Che cos’ è la salute mentale o la salute emotiva?

 

La salute mentale o emotiva si riferisce al vostro benessere generale psicologico. Esso comprende il modo in cui ti senti con te stesso, la qualità delle tue relazioni e la capacità di gestire i sentimenti e affrontare le difficoltà.

 

Una buona salute mentale non è solo l’assenza di problemi di salute mentale. Essere mentalmente o emotivamente sani è molto di più che essere libero da depressione, ansia, o altri problemi psicologici. Piuttosto che l’assenza di malattia, la salute mentale ed emotiva si riferisce alla presenza di caratteristiche positive.

 

Le persone che sono mentalmente ed emotivamente sane hanno:

 

  • Un senso di appagamento
  • Una gioia di vivere e la capacità di ridere e divertirsi
  • La capacità di affrontare lo stress e riprendersi dalle avversità
  • Un senso di significato e scopo, in entrambe le loro attività e le loro relazioni
  • La flessibilità di imparare cose nuove e adattarsi al cambiamento
  • Un equilibrio tra lavoro e gioco, riposo e  attività, ecc
  • La capacità di costruire e mantenere relazioni appaganti
  • Fiducia in se stessi e buona autostima

 

Queste caratteristiche positive di salute mentale ed emotiva  permettono di essere partecipi della vita nella massima misura possibile attraverso la produttività, le attività significative e  le relazioni forti. Queste caratteristiche positive  possono anche aiutare a far fronte a sfide e alle sollecitazioni della vita.

 

Il ruolo di resilienza nella salute mentale ed emotiva

 

Essere emotivamente e mentalmente sani non significa non passare attraverso momenti difficili o vivere problemi emotivi. Attraversiamo tutti delusioni, perdite e il cambiamento. Queste sono parti normali  della vita e possono ancora causare tristezza, ansia e stress.

 

La differenza è che le persone con una buona salute emotiva hanno una capacità di riprendersi dalle avversità, dai traumi e dallo stress. Questa capacità si chiama resilienza. Le persone che sono emotivamente e mentalmente sane hanno gli strumenti per far fronte alle situazioni difficili e mantenere un atteggiamento positivo. Restano concentrati, flessibili e creativi in tempi difficili così come nei periodi positivi.

 

Uno dei fattori chiave per la resilienza è la capacità di bilanciare lo stress e le emozioni.

La capacità di riconoscere le proprie emozioni ed esprimerle in modo appropriato aiuta ad evitare di rimanere bloccati nella depressione, ansia o in altri stati d’animo negativi. Un altro fattore chiave è avere una forte rete di sostegno. Avere persone di fiducia a cui ci si può rivolgere per avere sostegno aumenterà la vostra capacità di recupero in tempi difficili.

 

La salute fisica è collegata alla salute mentale ed emotiva

Prendersi cura del proprio corpo è un potente primo passo verso la salute mentale ed emotiva. La mente e il corpo sono collegati. Quando si migliora la salute fisica, potrete sperimentare automaticamente un maggiore benessere mentale ed emotivo.  L’esercizio fisico non solo rafforza il nostro cuore e polmoni, ma rilascia anche le endorfine, sostanze chimiche potenti che ci aiutano a sollevare il nostro umore.

 


 

Riferimenti:

  • http://www.psicologo-a-torino.it/come-migliorare-la-salute-emozionale/
  • Link all’articolo in lingua originale

Autore dell'articolo: Matteo Stievano

Dottore in Psicologia, laureato all’Alma Mater di Bologna.