(video) N. Kanwisher: Ritratto della mente umana

 

 

Nancy Kanwisher è una pioniera dell’imaging cerebrale. Utilizza la risonanza magnetica (fMRI) per catturare immagini delle attività di alcune aree cerebrali (spesso le sue), e nel video dimostra come, durante la crescita, alcune aree del cervello si specializzano (ovvero si attivano in modo specifico) per determinati stimoli.

Da qui vediamo come il danneggiamento delle suddette può portare a deficit bizzarri, come quello della Prosopagnosia, ovvero l’incapacità di distinguere un volto da un altro.

La Kanwisher, proseguendo, sottolinea che negli ultimi anni è divenuto sempre più chiaro che il cervello è composto sia da parti altamente specializzate, che da parti dallo scopo generico.


Voi siete convinti che esistano aree “specializzate”?

D’altronde un tempo l’uomo non sapeva scrivere, ne leggere, e ora si pensa ci sia un area specializzata per la “scrittura” ed una per la “lettura”. Cosa vuol dire tutto questo?

 


Libri specialistici sul tema:

 

Autore dell'articolo: Matteo Stievano

Dottore in Psicologia, laureato all’Alma Mater di Bologna.